L'album “di giorno e di notte” uscito nel 2010 comprende "Neve diventeremo", canzone scritta in memoria di tutte le vittime del nazismo e del fascismo e ispirata dalla vita del partigiano  istriano  Radovan Ilario Zuccon deportato nel campo di concentramento tedesco di Buchenwald dai nazisti nel 1944.

 

Rado sopravvisse anche dopo una lunga e travagliata vicenda sotto la dittatura titina in Juogoslavia negli anni ’50 e si stabilì ad Albiolo, un paese in provincia di Como.

 

La sua vicenda ci fu narrata proprio da Rado che verso la fine degli anni ’70 iniziò a raccontare tutti gli eventi che lo portarono ad entrare nella Resistenza, fino agli arresti da parte dei fascisti prima e dei nazisti poi, la deportazione e infine la liberazione da parte degli Alleati. 

 

Il Documentario

 

 Per la realizzazione del documentario abbiamo raccolto materiale rivelatosi determinante per la narrazione storica degli eventi

 

  • La testimonianza della moglie di Rado la quale si è resa disponibile a raccontare con precisione tutta la vicenda avendo conosciuto Rado prima della deportazione.

  • una pubblicazione del 1987 “Qualestoria” di Alfonso Botti, il quale intervistò Rado per diversi giorni.

  • la voce originale di Rado, registrata presso la nostra abitazione con un piccolo registratore a cassetta fra il 1978 e il 1979, che racconta episodi della sua tragica esperienza

  • materiale video donatoci dalla Segreteria del Memoriale di Buchenwald

 

  • e numerose immagini che ci hanno permesso di montare un documentario della durata di 30minuti.

 

 

Presentiamo questo progetto durante manifestazioni in collaborazione  con l’ANPI, l’ANED e istituti scolastici.

Eventi, specialmente  in presenza di  giovani  perché crediamo che  l'uso della musica  abbinato alla narrazione dei fatti può essere un grande  strumento   per la divulgazione della Storia del secolo scorso.

 

 

 

 

Purtroppo oggi Rado non c’è più. Ci ha lasciato nel 1995 ma in noi è sempre vivo il ricordo di ciò che ha subito e i valori della Resistenza che ci ha tramandato e il significato di valori come “la libertà” fondamentali per la Democrazia.

I  7grani sperano e si augurano che la canzone "Neve diventeremo"  serva a ricordare alle nuove generazioni il valore della memoria perché non si possa ripetere ciò che il nazismo e il fascismo hanno saputo creare.

 

Rado ci diceva spesso

“PERDONARE  SI  MA NON DIMENTICARE” 

 

 

IL VIDEOCLIP

 

 

Oltre al documentario i 7grani hanno realizzato il video della canzone. 

 

 “Abbiamo girato delle scene all’interno del campo di concentramento Buchenwald  autorizzati dalla Direzione del campo di sterminio dopo aver  presentato la documentazione ufficiale che attestava la detenzione e la liberazione successiva di Rado (documento della Croce Rossa Internazionale) .

 

Altre scene toccanti come il trasporto dei deportati sono state girate usando un vecchio vagone ferroviario della tratta Chiasso-Valmorea-Castellanza

 

ora chiamata “Della Valmorea”

 

Scena che si e' potuta realizzare grazie alla grande partecipazione di "comparse volontarie", come le scene girate ad Olgiate Comasco, Albiolo e Cagno (Como)

IL DOCUMENTARIO

IL VIDEOCLIP

RASSEGNA STAMPA TV

TG1

LINEANOTTE RAI3

TG3 REGIONE LOMBARDIA